Posts tagged ‘Pendolaristanchi’

12 aprile 2013

La mobilità è un diritto! Martedì 30 Aprile assemblea dell’associazione PendolariStanchiVda

Ass 30:4 immSi. La mobilità è un diritto e un bene comune. Non è la pretesa ideologica di un qualsiasi gruppo di pressione. Non è la fissazione dei pendolari.

Una mobilità moderna e “normale” è la precondizione per lo sviluppo e per la crescita della Valle d’Aosta. Potersi spostare con efficienza mediante i mezzi pubblici, con costi contenuti e tempi certi, è l’unico modo per poter garantire a tutti la possibilità di scegliere il lavoro, lo studio, le cure sanitarie, la meta culturale o lo svago che preferiscono. E’ un diritto. Oggi non si vede soluzione al problema della ferrovia, l’autostrada continua ad essere la più cara d’Italia (anche se la società continua a fare utili sulle nostre tasche) e il servizio di pullman continua ad essere scoordinato e scomodo.

In vista delle elezioni regionali vogliamo essere chiari.

Alla Valle d’Aosta va data una possibilità concreta.

Vogliamo delle risposte vere dalle istituzioni e una soluzione definitiva.

Per questo abbiamo convocato l’assemblea dell’Associazione Pendolari Stanchi per

Martedì 30 Aprile 

alle ore 20,45 ad Aosta 

presso la sala conferenze del CSV 

in via Xavier De Maistre 19

In Assemblea proporremo un documento da inviare alle forze politiche.

Ma non basta.

read more »

24 gennaio 2013

Ti VOTO o NON Ti VOTO? Campagna sui trasporti dei PendolariStanchiVda

TVnTV img 2CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE DEI CANDIDATI E DELLE FORZE POLITICHE CHE SI PRESENTANO ALLE ELEZIONI DEL 24 E 25 FEBBRAIO IN VALLE D’AOSTA PROMOSSA DALL’ASSOCIAZIONE PENDOLARI STANCHI VDA

In vista delle elezioni politiche che si svolgeranno tra un mese l’Associazione ha deciso di promuovere una campagna di sensibilizzazione e di pressione sui candidati alla Camera e al Senato in Valle d’Aosta per chiedere impegni precisi sulla risoluzione dei problemi del sistema dei trasporti del nostro territorio.

La situazione è nota a tutti anche se, drammaticamente, continua a peggiorare ogni giorno.

La nostra ferrovia soffre, ogni giorno, lo stato di arretratezza strutturale e la marginalità operativa alla quale la costringe Trenitalia. I ritardi e i disagi della mancata elettrificazione e del binario unico si sommano con quelli derivanti dall’arretratezza del materiale rotabile, dalla disorganizzazione di Trenitalia e dalla mancata integrazione con il servizio di trasporto su gomma.

L’autostrada con i suoi continui aumenti e con i lavori permanenti a cui siamo ormai assuefatti è la più cara e la più lenta d’Italia.

Il servizio di pullman e autobus è scoordinato, caro e privo di qualsiasi integrazione con il servizio ferroviario.

Il problema è che, a parte le solite promesse e svariate lettere di protesta e prese di posizione più o meno dure, nessuno ha saputo, finora, prendere impegni precisi e concreti per risolvere la situazione.

read more »

9 gennaio 2013

BEFANA AMARA

autostrada_24497Nel cesto della Befana solo carbone per i pendolari valdostani. Aumenti a doppia cifra sia per ferrovia , sia per autostrada! Integrazione tra i vari mezzi di trasporto sempre più lontana. Nessuna soluzione per i problemi atavici del nostro sistema che isolano sempre di più la Valle d’Aosta.

La frettolosa stipula del protocollo di intesa fra SAV, RAV e Regione Autonoma Valle d’Aosta, unitamente ai contenuti che esprime, dà la netta sensazione che si sia voluto attenuare l’effetto del terzo consecutivo e ingiustificato aumento della tratta da Quincinetto e Courmayeur.

I media, infatti, si sono buttati molto più sulla notizia della presunta riduzione del 50% per i residenti, che non sul nuovo pesante aumento che incide sulle tasche di tutti, non solo di quei pochi che continuano a utilizzare l’autostrada.

Le due società che gestiscono in concessione dal Ministero dei Trasporti l’autostrada più cara d’Italia hanno ottenuto aumenti 2 o 3 volte superiori a quelli degli altri gestori. Le autostrade più care ottengono un aumento in percentuale ancora più elevato delle altre! Ciò crea un ulteriore divario, in termini di costi per l’utenza, fra le autostrade valdostane e le altre. Ora, infatti, percorrere un km sulla Quincinetto-Ao costa ben 0,19 euro!!!, mentre l’Ao-Courmayeur 0,16 euro. E’ necessario ricordare e sottolineare che, dopo gli aumenti del 1° gennaio 2013, percorrere un km di tratto alpino sulla Modena-Brennero costa 0,072 euro; un km sulla Genova-Livorno (autostrada fatta di viadotti o gallerie, come la Aosta-Courmayuer) costa 0,10 euro.

read more »

23 dicembre 2012

Ecco la Risposta di BABBO NATALE ai Pendolari

babbonatalePubblichiamo di seguito la risposta che abbiamo ricevuto da Babbo natale:

Cari Pendolaristanchi,

ho ricevuto  la vostra letterina

che m’avete mandato questa mattina:

l’ho letta e riletta con attenzione

alla ricerca di una soluzione.

La situazione è assai complicata

E sicuramente andrebbe cambiata:

RFI, Trenitalia, Regione

Non hanno messo la giusta attenzione:

con il nuovo orario hanno toppato

il cadenzamento è proprio sbagliato;

i treni son quasi tutti in ritardo  

se raggiungi Aosta sei un testardo;

a Ivrea bisogna sempre cambiare

e con pazienza stare ad aspettare.

read more »