Posts tagged ‘Elettrificazione’

6 settembre 2013

I Bimodali porteranno la ferrovia valdostana……su un binario morto!

BannerAosta Venerdì 6 Settembre 2013. 

I Pendolari Stanchi VDA dicono NO alla decisione del Presidente della Giunta di acquistare 5 treni bimodali per le seguenti ragioni:

  1. I soldi del “Decreto del Fare” sono finalizzati ad un ammodernamento della linea ferroviaria. Ammodernamento può significare solo interventi diretti sulla linea, come raddoppio binari, elettrificazione, rettificazione di alcuni tratti, abolizione passaggi a livello, messa in sicurezza, consolidamento ponti, allargamento gallerie, ecc . Non ha senso spenderli per qualcosa di temporaneo e non risolutivo come i bimodali. Sarebbe uno spreco di denaro pubblico. Peraltro queste risorse non sono state assegnate alla Valle d’Aosta, ma all’ammodernamento della tratta Chivasso-Aosta, per cui il loro utilizzo va concertato con la Regione Piemonte.
    read more »

18 giugno 2013

BUONE NOTIZIE! Nel decreto Letta le risorse per ammodernare la ferrovia

logo-governo

FERROVIA CHIVASSO – IVREA – AOSTA  Aggiunti a quelli del 2006 ora si può  intervenire per elettrificare la tratta!

Finalmente delle buone notizie per i pendolari valdostani. Nel decreto Letta approvato Venerdì scorso il Governo stanzia 2 miliardi di euro per le infrastrutture.  Tra le misure ammesse al finanziamento c’è anche il tratto ferroviario tra la Valle d’Aosta e il Piemonte.

Nel testo si legge, infatti, che “Con uno o più decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da emanarsi entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, si provvede all’individuazione degli specifici interventi da finanziare e all’assegnazione delle risorse occorrenti, nei limiti delle disponibilità annuali del Fondo di cui al comma 1. Gli interventi finanziabili ai sensi del presente comma riguardano ………, il collegamento ferroviario funzionale tra la Regione Piemonte e la Valle d’Aosta, ……..”.

Il nodo è quello di sempre: la rottura di carico a Ivrea, il binario unico e la mancata elettrificazione. Un intervento infrastrutturale serio può ridarci, finalmente dei trasporti ferroviari normali.

Risulta chiaro che non bisogna perdere tempo. Tra pochi mesi, se capiamo bene le procedure descritte nel decreto, i giochi saranno fatti. In 30 giorni, dall’approvazione del decreto, si devono scrivere gli interventi specifici da finanziare, negoziare tra le parti caratteristiche, funzionalità, tempi, competenze e risorse. Possiamo partire dal progetto di elettrificazione di RFI, che c’è già, ragionando su raddoppi selettivi, rettifiche delle curve e miglioramenti delle velocità di esercizio. E’ urgente prendere subito, di concerto con la Regione Piemonte, con il Ministero e con  RFI, le decisioni strategiche necessarie per non perdere l’opportunità che si è creata. E’ altrettanto urgente capire fino in fondo l’insieme delle risorse disponibili considerando i 35 milioni rimasti dalla finanziaria 2006 e quelle che la regione Valle d’Aosta e la regione Piemonte potranno investire per quanto di loro competenza.

Chi ha tempo non aspetti tempo!

Non perdiamo l’ennesimo “treno” per avere finalmente una ferrovia normale!

 

 

24 giugno 2012

Il resoconto Twitter della Pendolata di ieri sulla Aosta-PrèSaintDidier

PendolaristanchiVda ‏@PendolariVDA

‪#pendolaristanchivda Inizia alle 10 la “pendolata” per salvare la Aosta-PrèSaintDidier. Voi ci siete?

PendolaristanchiVda ‏@PendolariVDA

‪#pendolaristanchivda Partiti! pic.twitter.com/gNL5zL3z

PendolaristanchiVda ‏@PendolariVDA

‪#pendolaristanchivda Vista n1 dal treno AOPSD. pic.twitter.com/LvympmD7

PendolaristanchiVda ‏@PendolariVDA

‪#pendolaristanchivda chiacchierata con la stampa del Presidente Giugler pic.twitter.com/XV2SnRiU

PendolaristanchiVda ‏@PendolariVDA

‪#pendolaristanchivda Sul treno c’è vita! pic.twitter.com/0Vjk8Li1

PendolaristanchiVda ‏@PendolariVDA

‪#pendolaristanchivda Vista n2 dal treno AOPSD pic.twitter.com/skwSvlce

read more »

7 marzo 2012

Lunedì 12 Marzo Assemblea dei Pendolari a Morgex

AOSTA-PRESAINTDIDIER: MIGLIORARE O CHIUDERE?

L’Associazione PendolariStanchiVda organizza Lunedì 12 Marzo, alle 20,45 presso la sala poliambulatori di Morgex, una assemblea di tutti i pendolari della linea ferroviaria Aosta-PreSaintDidier.

Come è noto il Consiglio Regionale sta discutendo uno studio su questa importante linea ferroviaria per deciderne le sorti. Si affacciano tre ipotesi: 1)ammodernare la linea elettrificando e riqualificandola nell’ambito del trasporto pubblico ferroviario come parte della stessa linea che va a Torino. 2)trasformare la linea in come metropolitana leggera con treni più piccoli e viaggi frequenti. 3)smantellare la linea trasformandola in una pista ciclabile servendo l’utenza pendolare con pullman elettrici

La questione è complessa ma è necessario discuterne assieme, informare e informarsi prima che una decisione venga presa sulla testa di noi tutti. Per questo Lunedì a Morgex cercheremo di capirne di più… anche in vista dell’assemblea generale dell’associazione che si terrà Luned’ 19 Marzo ad Aosta

A QUESTO LINK POTETE SCARICARE IL VOLANTINO AssPendMORGEX 12:03:2012

FOTOCOPIATE…. diffondete e partecipate.

21 dicembre 2010

Appunti sulla riunione di Martedì 20 Dicembre

Dall’Assemblea con i Pendolari e gli utenti della tratta ferroviaria Aosta Torino è emerso:

Il divieto di transito dei treni diesel nella stazione sotterranea di Porta Susa sta aggravando radicalmente i disagi quotidiani dei passeggeri aumentando i ritardi e il tempo complessivo di percorrenza.

Il degrado crescente del materiale viaggiante che rende spesso invivibile il viaggio, le difficoltà organizzative di Trenitalia e la novità del nuovo assetto a Porta Susa si sono sommate ai già annosi problemi di un collegamento ferroviario fondamentale per i territori valdostani e canevesani e per le migliaia di persone che mensilmente utilizzano il treno per recarsi al posto di lavoro o di studio.

In questi anni non ha fatto passi avanti sostanziali il progetto dell’elettrificazione della tratta tra Chivasso e Aosta né quello di raddoppio selettivo né la riduzione nel tratto piemontese dei passaggi a livello che permetterebbero l’ammodernamento definitivo del servizio e un abbassamento importante dei tempi di percorrenza.  Le istituzioni Regione Valle d’Aosta ed Regione Piemonte giocano a rimpiattino con Trenitalia e Rfi  con lo scopo di scaricare responsabilità limitandosi a lettere di protesta o ha fantomatiche “ispezioni” di cui non si conosce né esito né scopo. Le aziende, dal canto loro, hanno tergiversato e preso tempo, rimpallandosi le loro diverse competenze, con lo scopo, probabilmente, di giustificare il crescente disinvestimento sulla tratta che vedrà, per l’Italia intera, soppressioni, dismissioni e aggravi delle tariffe.

Questa situazione non è più tollerabile.

Si chiede con forza che venga affrontata immediatamente l’emergenza dei pendolari e degli utenti della linea ferroviaria Aosta Torino e di agire per ripristinare una “decenza” quotidiana del viaggio adeguando le risorse umane e materiali necessarie e di agire per stabilizzare i tempi di percorrenza, anche attraverso la sottoscrizione di un contratto di servizio con Trenitalia che preveda sanzioni al gestore e rimorsi per gli utenti nei casi di ritardi non fisiologici o gravi disservizi. Affidabilità e qualità del viaggiare sono elementi necessari per fare della mobilità ferroviaria una opzione fruibile da parte dei cittadini.

read more »