Archive for dicembre 11th, 2014

11 dicembre 2014

Contrordine! Lupi ritira la precettazione dei ferrovieri. Domani sciopero “regolare”!

Il ministro Lupi ha ritirato la precettazione dei ferrovieri emanata questa mattina. Lo sciopero è quindi confermato (anche s per 7 ore anziché 8) nelle modalità già comunicate. Pe altre informazioni contattate Trenitalia prima di partire.

Qui la news

http://www.repubblica.it/

11 dicembre 2014

Attenzione! Precettazione dei ferrovieri! Lo sciopero nel trasporto ferroviario previsto per domani non dovrebbe aver luogo.

Ieri sera, su sollecitazione del Garante per i Trasporti, il Ministro Lupi ha precettato i ferrovieri per lo sciopero previsto per domani, venerdì 12/12, in conflitto con quello di 24 ore, dalle 21.00 di sabato 13/12 alle 21.00 di domenica 14/12, precedentemente indetto. La regolamentazione prevede il rispetto di un periodo minimo tra due agitazioni sindacali nello stesso settore.

Potete trovare questa notizia su tutti i media.

Questo significa che, in linea di massima, lo sciopero previsto per domani non dovrebbe aver luogo, mentre resta confermato quello di 24h nel prossimo fine settimana.

(Grazie per la segnalazione a ASSOCIAZIONE UTENTI FERROVIA CHIVASSO – IVREA – AOSTA)

11 dicembre 2014

Capita…. (solo da noi?)

Senza titoloRiceviamo da un utente e pubblichiamo

CAPITA… esordisce così il capotreno.

Capita che il treno partito da Aosta alle ore 16.38 il 9.12.2014 e diretto ad Ivrea non si fermi a Pont-Saint-Martin alle 17.30 ma prosegua imperterrito nella sua corsa.

Capita che il conducente non veda la STAZIONE di Pont-Saint-Martin dove si fermano TUTTI i treni (il semaforo sarà stato rosso o verde?).

Capita che il capotreno consigli di fermarsi ad Ivrea….CERTO!!!! Il treno in partenza da Ivrea ha la sua PRIMA FERMATA a Pont-Saint-Martin.

Capita che il conducente rimanga rintanato nel suo abitacolo e si guarda bene, alla fermata di Borgofranco, si porgere le proprie scuse.

Capita che diverse persone decidano di scendere alla fermata di Borgofranco anziché ad Ivrea e si facciano recuperare da parenti o amici per evitare di perdere ulteriore tempo (rientro a casa alle 18.00 anziché alle 17.30).

Capita che la parola SICUREZZA per TRENITALIA non abbia alcun significato.

Capita che se non obliteri il biglietto e giustamente vieni multato, sicuramente il conducente continua a condurre il treno come se nulla fosse perché a Trenitalia è permesso tutto compresi i ritardi giornalieri e….CAPITA che io debba giustificare SEMPRE I MINUTI DI RITARDO sul lavoro dovuti ad un “servizio” ferroviario a dir poco penoso!!!!!!!!

Maria Scali