Archive for febbraio 3rd, 2014

3 febbraio 2014

I PENDOLARI STANCHI SOSTENGONO LA MANIFESTAZIONE DEI SINDACATI DI MERCOLEDI’ 5 FEBBRAIO CONTRO I LICENZIAMENTI E A FAVORE DEL TRASPORTO PUBBLICO

Senza titoloCOMUNICATO STAMPA Aosta Martedì 3 Febbraio 2014

L’annunciato licenziamento di 15 autisti della SVAP è il sintomo del fallimento del piano trasporti, varato dall’Amministrazione regionale meno di 2 anni fa. E’ necessario e urgente un Tavolo di concertazione, che coinvolga anche gli Enti Locali, che porti al varo di un nuovo piano, considerato anche il prossimo trasferimento di competenze dallo Stato in materia di trasporto su rotaia, basato su elementi imprescindibili quali:

• il ripensamento della funzione dei trasporti alla luce delle esigenze odierne di mobilità

  • sinergia e non concorrenza fra trasporto su gomma e su rotaia
  • biglietto unico almeno per i trasporti su gomma e, in prospettiva, anche per quelli su ferro
  • agevolazioni tariffarie per ampie fasce della popolazione, in modo da incentivare l’uso del mezzo pubblico

La SVAP, incapace di trovare soluzioni alternative, licenzia a causa dal taglio delle risorse regionali imposto dalle scelte di bilancio. Oltre alle conseguenze che i licenziamenti avranno sui lavoratori e sulle loro famiglie in tempo di crisi, ciò significa un’altra riduzione di servizio pubblico a danno degli utenti, che saranno costretti o a subire disagi e/o ad usare il mezzo privato. In ogni caso vi sarà una diminuzione del numero di utenti, con aumento dei costi procapite per linea. Situazione che creerà le premesse per prossimi futuri e ulteriori tagli al servizio.

Siamo alle solite: non si vuole capire che la sostenibilità economica di un servizio pubblico è direttamente collegata alla qualità del servizio, alla reale efficacia di fronte ai bisogni dei cittadini e alla loro propensione ad utilizzarlo.

Chiediamo quindi di fermare i licenziamenti e di concertare una netta inversione delle politiche in tema di trasporto pubblico in Valle d’Aosta, ribadendo che deve essere considerato come servizio utile e necessario per la coesione sociale, alla stregua di altri servizi quali la scuola, la sanità, l’assistenza sociale.

I pendolari valdostani solidarizzano con i lavoratori dei trasporti chiamati a pagare il prezzo di scelte sbagliate e colpe non loro.