Archive for gennaio 23rd, 2014

23 gennaio 2014

I Pendolari Stanchi hanno incontrato l’Assessore Marguerettaz

Ass Turismo e TrasportiMercoledì 22 gennaio il presidente dell’Associazione Pendolari Stanchi, Massimo Giugler, ha incontrato, insieme a Fabio Protasoni, l’assessore regionale ai trasporti Aurelio Marguerettaz.

L’incontro, chiesto dalla nostra Associazione, era mirato a ribadire all’Assessore la nostra disponibilità a collaborare per il miglioramento del sistema dei trasporti pubblici in Valle, con particolare riferimento a quello su rotaia.

Il 2014 potrebbe diventare un anno di svolta per la ferrovia valdostana: l’assegnazione dei famosi 521 milioni a RFI da un lato e l’avvio delle procedure per il trasferimento delle competenze in materia dallo Stato alla Regione, costituiscono 2 incisivi elementi di cambiamento per la mobilità su rotaia in Valle. Occorre stringere i tempi affinché il finanziamento non venga disimpegnato!

Nel corso dell’incontro si è quindi posto l’accento su questi 2 fattori, sottolineandone l’importanza strategica e operativa, invitando l’Assessore a ripetere il metodo di concertazione già utilizzato, in modo efficace, quando si era trattato, nel 2012, di rimettere mano agli orari.

Si è ribadita l’importanza della tratta AO-PSD, suggerendo un’integrazione fra trasporto su gomma e trasporto su rotaia, eliminando dei doppioni sulle stesse tratte (es. Courmayuer-Aosta), in modo da liberare km e risorse da allocare al tpl nelle vallate laterali. In altri termini riteniamo, come noto, che la ferrovia debba rappresentare la spina dorsale del sistema del trasporto pubblico valdostano, sulla quale si vanno ad innestare le tratte laterali su gomma. E’ stato sottolineato il lavoro positivo di integrazione fra valle laterali e fondovalle (es. hub di Villeneuve), ma si è proposto di realizzare simili integrazioni con la ferrovia, valutando la possibilità di apertura di nuove agili stazioni, ad es. di fronte alla scuola media di Villeneuve, se funzionali a ciò.

E’ stato infine richiesto una maggiore integrazione, in termini di orari e coincidenze, fra gomma e rotaia, nonché di prevedere un biglietto, se non integrato, almeno unico per chi si sposta su gomma. Se nell’ampia area metropolitana di Torino (da Chivasso, a Lanzo, a Bra, a Pinerolo, a Chieri, ecc) è possibile muoversi, con un unico biglietto, su treno, bus, tram e metropolitana, non vediamo perché non debba essere possibile se non raggiungere lo stesso standard in Valle, almeno non dover pagare biglietti diversi su tratte limitate (es. Ao-collina di St. Pierre) utilizzando un medesimo vettore (bus), solamente perché si impatta con 2 diversi gestori.

Prossimo appuntamento venerdì 27 in una riunione convocata dall’Assessore con sindacati e associazioni dei consumatori per discutere di tpl.