Archive for Mag 7th, 2013

7 Mag 2013

IL DOCUMENTO APPROVATO DALL’ASSEMBLEA DEL 30/4

Imm Ade 1INTRODUZIONE

L’Associazione Pendolari Stanchi si è costituita nel mese di febbraio del 2012 a fronte della ormai insostenibile situazione del trasporto in Valle d’Aosta che penalizza pesantemente i pendolari che utilizzano per lavoro la ferrovia, le linee pubbliche automobilistiche e l’autostrada e si propone di promuovere il diritto alla mobilità dei cittadini valdostani, di tutelarli e rappresentarli.

ATTIVITA’ SVOLTA

Nel corso del primo anno di attività l’Associazione si è impegnata su più fronti, tutti congruenti con le proprie finalità, tesi a stimolare nella cittadinanza e nell’Amministrazione regionale le opportune riflessioni e le azioni conseguenti per cercare di mitigare e/o risolvere i disservizi che si andavano via via evidenziando. Trattandosi di un’Associazione che svolge la sua attività su base esclusivamente volontaria, per la comunicazione e l’informazione ai soci ed agli organi di informazione ci si è appoggiati prevalentemente al sito web appositamente sviluppato (www.pendolaristanchivda.wordpress.com), sul quale sono stati pubblicati con regolarità i documenti  ed i commenti  ad essi attinenti.

read more »

7 Mag 2013

La mobilità è un diritto: APPELLO AI CANDIDATI!

tebellone-orario-treniAosta Martedì 6 MAGGIO 2013.

Si è svolta Martedì 30 Aprile l’Assemblea ordinaria dell’associazione PendolariStanchiVda. Oltre agli adempimenti statutari i pendolari hanno discusso a lungo sulla situazione del sistema di mobilità della nostra regione.

La gravissima crisi economica che attanaglia il Paese e l’Europa, unita a nuove sensibilità nel campo della mobilità, porta sempre più alla ribalta l’utilizzo del trasporto pubblico nelle sue varie forme (ferro, gomma) tra loro interconnesse e coordinate.

Abbiamo definito la mobilità un diritto, al pari del diritto alla salute, all’istruzione, alla cura, alla socialità, al lavoro. Ambiti in cui non viene eseguito un mero computo economico costi-ricavi, ma dove, invece, la Pubblica Amministrazione effettua degli investimenti atti a garantire il mantenimento del servizio e un adeguato livello di protezione sociale.

lo abbiamo fatto perché cresce il bisogno di una mobilità efficiente proprio in funzione dei bisogni primari delle famiglie. Pensiamo al bisogno di salute che spinge tanti valdostani a recarsi a Torino o più lontano. Pensiamo al bisogno occupazionale che porta sempre più cittadini a spostarsi nella ricerca di un lavoro. Pensiamo al crescere di una “mobilità della spesa” che spinge sempre più persone (perlopiù anziani con bassa pensione e esenzione dalle tariffe dei trasporti) a recarsi fuori Valle alla ricerca dei prodotti più convenienti.

Sono, poi, sempre più forti le ragioni strettamente economiche che rilanciano l’urgenza di interventi immediati.
I territori in cui c’è un efficiente sistema di trasporto pubblico, sono sistemi economici competitivi con un tasso di sviluppo superiore agli altri, dove gli imprenditori vanno ad investire, dove la qualità della vita è migliore e le opportunità (formative, ricreative, lavorative) maggiori.

Gli intervenuti si sono poi dichiarati molto preoccupati anche per il futuro dei finanziamenti pubblici a favore della Valle d’Aosta: nei prossimi anni i trasferimenti dei Fondi Europei per lo sviluppo saranno condizionati da alcuni parametri, tra cui la presenza di un sistema di trasporto pubblico diffuso ed efficiente, in particolare su rotaia. E’ evidente come, data la situazione attuale dei trasporti in Valle, la nostra regione rischia una drastica riduzione del trasferimento di detti Fondi con impatti decisamente negativi sul sistema economico locale.

L’Assemblea ha approvato un articolato documento in cui si riassumono le proposte che formuliamo alle istituzioni, e che inviamo in allegato, in vista delle elezioni regionali.

Alle forze politiche e ai singoli candidati chiediamo un impegno per

TRASFERIMENTO DELLE COMPETENZE DALLO STATO ALLA REGIONE DIALOGO CON GLI AMMINISTRATORI PIEMONTESI

TAVOLO PERMANENTE DI CONFRONTO

ELETTRIFICAZIONE

RADDOPPIO SELETTIVO DEI BINARI

SOSTITUZIONE DEL MATERIALE ROTABILE OBSOLETO

AMMODERNAMENTO TRATTA AO-PSD

INNOVAZIONE TECNOLOGICA

INTEGRAZIONE DELLE RETI E DEI SERVIZI

POLITICA TARIFFARIA ADEGUATA IN PARTICOLARE PER L’AUTOSTRADA

In par’colare i PendoalriStanchi chiedono che il Governo che si insedierà dopo le elezioni del 26 Maggio intervenga tempes’vamente sulla ques’one dei traspor’ me>endola nelle priorità dell’agenda.

A tuB i cittadini chiediamo di sostenerci in questa battaglia. Non è semplicemente una ques’one di pochi (mol’) pendolari. E’ il futuro della Valle d’Aosta.

L’UNICA SOLUZIONE È AVERE UNA FERROVIA NORMALE

AUTOSTRADA PER TUTTI Associazione

WWW.PENDOLARISTANCHIVDA.WORDPRESS.COM

7 Mag 2013

Annunciato sciopero Trenitalia Sabato 11 Maggio

scioperi.jpg20:07 SCIOPERI: STOP PERSONALE RFI E TRENITALIA DA SABATO ALLE 21
PROTESTA PERSONALE PIEMONTE E VAL D’AOSTA, INDETTA DA FIT E ORSA

(ANSA) – TORINO, 6 MAG – I sindacati Fit Cisl e Orsa hanno proclamato uno sciopero del personale di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia di Piemonte e Valle d’Aosta, dalle 21 di sabato 11 alle 21 di domenica 12 maggio. Lo rende noto un comunicato di Ferrovie dello Stato. (ANSA).