Archive for marzo 1st, 2013

1 marzo 2013

Regna la confusione ad Ivrea.

Da più settimane ormai, alla stazione di Ivrea, i poveri pendolari stanchi della Valle d’Aosta che proseguono o arrivano da Torino si trovano a dover subire, sempre più spesso, la famosa rottura di carico su banchine diverse. All’inizio del calvario indotto dal blocco dei treni diesel a Porta Susa il trasbordo treno si faceva sul binario di fronte. Si scendeva da un treno e si saliva su quello posto a fianco sul binario contiguo. Facilissimo e rapidissimo. Con il nuovo orario si è cambiato metodo e, di norma, il treno si trova sullo stesso binario ma dalla parte Sud o Nord della banchina. Bisogna fare qualche passo in più ma niente di drammatico… Da alcune settimane, con una frequenza in crescendo, sempre più spesso ci troviamo a dover cambiare binario e banchina. In pratica bisognerebbe salire sulla passerella e passare dalla parte opposta. Non è propriamente la stessa cosa anche perché il cavalcavia è altissimo e lungo, senza particolari indicazioni e con un’ascensore solo. Anziani, turisti, famiglie… Come fanno? Semplice: attraversano i binari a piedi. Questa è una situazione inaccettabile non solo perché pericolosa ma anche perché comporta una rottura degli accordi presi e delle garanzia sulla continuità del trasporto tra Aosta e Torino che Trenitalia aveva promesso. Qui non si tratta di problemi strutturali ma puramente organizzativi e programmatori… Fate arrivare i treni in linea! A quando il primo incidente?

20130301-085502.jpg