Campagna TVNTV: Martial e Buillet di “Fare per fermare il declino”

TVnTV img 2

I candidati di fare per Fermare il declino Martial e Buillet hanno incontrato l’Associazione PendolariStanchi Vda in un incontro pubblico sul futuro del trasporto ferroviario valdostano e successivamente hanno risposto alle domande della campagna con un testo che riportiamo integralmente.

FARE PER FERMARE IL DECLINO VDA: risposte a Associazione Pendolari Stanchi VDA

CONSIDERI. La questione del trasporto in Valle d’Aosta è strategica perchè riguarda l’accessibilità e la competitività del nostro territorio. Buoni collegamenti con l’esterno si traducono in una maggiore accessibilità e in una maggiore competitività per le nostre imprese, nella produzione di beni e servizi, nell’agricoltura e nel turismo. Abbiamo infrastrutture discrete ma abbiamo un problema di tariffe e di qualità del servizio.

PENSI. Non ci sono priorità tra i due. Ci sono vantaggi che derivano dall’uno o dall’altro sotto il profilo dei costi, degli impatti sul territorio e sull’ambiente. La soluzione migliore è una buona integrazione tra le due modalità. E poi non è detto che il trasporto individuale sia in ogni caso più impattante di quello pubblico.

RITIENI. Noi riteniamo che si possano fare interventi migliorativi seri anche soltanto cambiando le regole di utilizzo delle infrastrutture, e che non sia necessario nell’immediato investire somme gigantesche. Per esempio bisogna ridurre la durata delle concessioni autostradali e fare delle gare per la gestione del servizio ferroviario Aosta-Torino di trasporto passeggeri.

METTI. Il tema dei trasporti e dell’accessibilità è una delle priorità della nostra azione politica.

TI IMPEGNI. Noi riteniamo che gli interventi sulla Aosta-Torino siano necessari ma di entità minore, e che siano da privilegiare la liberalizzazione e la concorrenza. Sulla Aosta-Pre Saint Didier è necessario un progetto integrato che soltanto operatori privati possono proporre.

LAVORI. Noi crediamo che la sinergia tra gomma e rotaia sia uno dei temi da sviluppare, non soltanto nel servizio pubblico ma anche nell’integrazione fra trasporto privato e trasporto pubblico.

TI BATTI. Il costo delle tariffe autostradali dovrà essere regolato dal mercato e scenderà automaticamente quando le concessioni saranno più brevi.

DARAI. Assolutamente sì. Noi pensiamo che l’infrastruttura debba essere separata dagli operatori del trasporto, che l’infrastruttura possa passare alla Regione Valle d’Aosta e che gli operatori privati del trasporto debbano essere individuati tramite gare pubbliche internazionali. Su questo ci batteremo a livello nazionale e regionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: