Ennesima disavventura!

stor_10882240_27170Domenica 2 dicembre mi sono recato alle ore 17.15 alla stazione di Nus per prendere il treno 4422, festivo, per Ivrea, previsto in transito a Nus per le 17.17.
Arrivato in stazione trovo altre 3 persone in attesa sulla banchina e intirizzite a causa del gelido vento, in quanto, il sabato e la domenica, la sala d’attesa è chiusa.
Dopo aver chiesto se avessero annunciato l’arrivo o il ritardo del treno e avendo ricevuto risposta negativa, mi metto anch’io ad attendere. Trascorrono una decina di minuti e finalmente l’altoparlante inizia, in francese, ad annunciare che il treno proveniente da Chivasso per Aosta portava un ritardo di 10 minuti. Del nostro nessuna notizia. Qualche minuto ancora e altro annuncio: questa volta relativo al possesso dei biglietti, che, per altro, non si possono acquistare in stazione, né in paese, essendo chiuso, di domenica, il negozio che li emette.
I miei compagni di sventura iniziano a telefonare ad amici vari per acquisire informazioni, in quanto alla stazione di Nus, come in altre, non vi è alcun monitor di servizio e l’altoparlante riprende a gracchiare ribadendo il ritardo del treno 4231 per Aosta.
Mi viene in mente che esiste un sito, credo ai più sconosciuto, www.viaggiatreno.it, che permette di conoscere la situazione dei treni in tempo reale. Mi collego, con un po’ di fatica in quanto la connessione, in quel punto, non è così rapida, e scopro che il treno 4422, festivo, in partenza da Aosta alle 17.06 con arrivo a Ivrea previsto per le 18.17 è stato CANCELLATO!!!
E’ già grave il fatto che un treno venga cancellato, ma ancor più che ciò non venga comunicato ai potenziali viaggiatori, lasciati ad attendere invano al freddo, servendosi, in mancanza di altri mezzi, del gracchiante altoparlante.
Questo, come molti altri numerosi esempi di questi ultimi tempi, rispetto ai quali la maggior parte dei malcapitati non ha nemmeno più la voglia di denunciare, dimostrano in quale considerazione Trenitalia e RFI tengono i propri potenziali clienti!
E aspettiamoci altri disagi con l’entrata in vigore, la settimana prossima, del nuovo orario, che è stato predisposto da Trenitalia/RFI, senza tenere in alcuna considerazione le osservazioni avanzate, attraverso l’Assessorato regionale ai Trasporti,  dai Sindacati e dalle Associazioni degli utenti.
Massimo Giugler
Presidente Associazione Pendolaristanchi VdA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: