Archive for luglio 3rd, 2012

3 luglio 2012

Comunicato: “Ferrovia e pullman non possono farsi concorrenza!” Occorre rivedere gli orari e costruire una integrazione efficiente.

Aosta Martedì 3 Luglio 2012.  L’introduzione del nuovo orario del servizio di trasporti su gomma sta sconvolgendo la vita dei pendolari. Senza una adeguata informazione e senza aver cercato di verificare preventivamente l’impatto delle scelte fatte coinvolgendo le associazioni e le parti sociali l’Assessorato ai trasporti ha dato il via al nuovo orario del trasporto pubblico su gomma che, di fatto, entra in concorrenza con quello ferroviario invece di coordinarsi

In bassaValle le nuove corse sembrano dichiaratamente alternative alla ferrovia. In alcuni casi sono stati ridotti i margini di coincidenza in arrivo e in partenza nelle varie stazioni ferroviarie in modo da rendere praticamente impossibile l’uso dei due mezzi. Ad Aosta molti pendolari ci segnalano che praticamente tutti gli autobus che si diramano dalla stazione sono stati messi alle 7.30 e alle 8.00 a fronte dei due treni che da Ivrea arrivano ad Aosta alle 7.26 e alle 7.56 con un margine così esiguo da rendere impraticabile la coincidenza. In altri casi i tempi paiono sganciati da una seria valutazione dei flussi e dagli orari di lavoro dei pendolari e determinano tempi morti anche di un ora.

 

L’Assessorato si è già detto disponibile a valutare suggerimenti e osservazioni purché non stravolgano il piano della mobilità approvato dal Consiglio Regionale nel 2010 e gli obiettivi di riduzione della spesa. Come Associazione PendolariStanchi riteniamo necessario rivedere profondamente orientamenti e direttive anche in considerazione degli effetti della crisi economica e degli aumenti sconsiderati delle tariffe autostradali (41,54 % in 2 anni) che cambiano lo scenario della mobilità.

 

Crediamo che la strada da percorrere sia una forte integrazione tra ferrovia e trasporto pubblico su gomma, l’abbonamento unico, la calibrazione degli orari in relazione agli spostamenti e ai grandi poli occupazionali dove si concentrano i pendolari.

 

Se fossimo stati coinvolti preventivamente avremmo potuto collaborare con proposte concrete. Ad ogni modo chiederemo un incontro all’Assessore per sottoporgli il disagio crescente di chi viaggia e per vedere quali soluzioni è possibile trovare insieme.

 

Chiediamo a tutti i pendolari di segnalarci, attraverso il nostro sito www.pendolaristanchivda.wordpress.com o all’indirizzo pendolaristanchivda@gmail.com  i problemi riscontrati, le possibili modifiche da proporre o i suggerimenti per migliorare il servizio.

 

Come Associazione ci faremo carico di rappresentare alla Regione ogni indicazione.

 

 

3 luglio 2012

E’ passato un mese. Chiude la campagna per la petizione sulla AOPSD: ora raccogliamo tutti i moduli.

Come annunciato è terminata la raccolta firme per la petizione per salvare la AOPSD.

E’ passato un mese dal lancio e preghiamo tutti coloro che sono in possesso di moduli con firme di riconsegnarli all’associazione entro i prossimi giorni in modo da verificare le firme e poter procedere con la consegna presso la Presidenza del Consiglio regionale. Ad oggi abbiamo già raggiunto un’ottimo risultato: in un tempo limitato e con un numero relativo di banchetti abbiamo in casa 2316 firme.

Per consegnare quelle che avete potete telefonare al 3934670550

oppure scrivere una mail all’indirizzo

pendolaristanchivda@gmail.com

Potremo metterci d’accordo per la consegna!

Grazie a tutti per l’ottimo lavoro!