Archive for maggio, 2012

29 maggio 2012

Da LaStampaVda: Idee incomprensibili sui trasporti pubblici

Come dimostrano i dati e l’esperienza dei pendolari, negli ultimi mesi è notevolmente cre- sciuto l’utilizzo del treno da par- te dei valdostani e degli utenti in generale. In diversi orari non è più un incidente trovare il treno pieno o vederlo riutilizzato da turisti e viaggiatori che da Tori- no o Chivasso scelgono questo mezzo di trasporto con destina- zione Aosta o Pré-St-Didier. Nonostante l’assenza di politiche specifiche il combinato dispo- sto tra crisi e una ritrovata rego- larità dei treni sospinge, come è ovvio, molti nuovi utenti a sce- gliere il trasporto ferroviario. Potrebbero essere molti di più. Certo i problemi non mancano come dimostra l’incredibile vicenda di un gruppo di valdostani che il 12 maggio a Chivasso si so- no trovati costretti a far intervenire i carabinieri per ottenere il di- ritto ad essere riprotetti e raggiungere Aosta. Ma se l’efficienza del servizio deve fare ancora molta strada per poterci dichiarare un paese normale ciò che preoccupa è l’atteggiamento della Regione. In sintesi: l’elettrificazione della tratta Aosta-Ivrea non si può fare per colpa dello Stato che non vuole impegnare risorse; non si possono acquisire le competenze sul servizio in attuazione dello statuto valdostano perché ne di- venteremmo responsabili; non si può ammodernare la Aosta/Pré- St-Didier perché costa e non la prende nessuno; non si può nem- meno tenere così perché entro il 2021 bisogna adeguare le gallerie alle norme sulla sicurezza… La proposta della Regione è smantellare tutto e sostituire il treno con i pullman. Pullman modernissimi, ibridi a guida vincolata e semi computerizzata, che dovrebbero «correre» nello stesso alveo della ferrovia. Costo? 136 milioni di euro e tariffe più che raddoppiate per gli utenti. Li hanno comprati a Bologna, ma non sono mai entrati in servizio. Ciliegina sulla torta… una pista ciclabile affiancata ai pullman che si inerpicherebbe per l’Alta Valle. Ma che senso ha? E’ proprio vero che non ci sono alternative? Vediamo: 1) Le potenzialità di utilizzo delle linee valdostane sono state calcolate dalla Regione in base ai dati del censimento 2001 ovvero durante lo stop imposto dall’alluvione e in pieno regime di «buoni benzina».

read more »

28 maggio 2012

Memorandum sulla AOPSD: consegnato oggi alla IV Commissione ConsVDA

  

  1. 1.    L’IMPORTANZA DELLA FERROVIA AOSTA – PRÉ ST DIDIER

L’importanza dell’intero asse ferroviario valdostano è intuitiva. Esso rappresenta il principale canale di trasporto pubblico della nostra regione in grado di connettere l’intera cittadinanza con il resto del paese. Il trasporto ferroviario è per sua natura, infatti, l’unico mezzo di trasporto alla portata di chiunque. Anziani, malati, bambini, disabili, gruppi numerosi, famiglie possono scegliere il treno con semplicità e costi contenuti. La AoPSD presenta inoltre specifiche caratteristiche socioeconomiche, geografiche storiche e naturalistiche che la rendono meritevole di una attenzione particolare e di un modello di sviluppo particolare. Essa insiste su un bacino di popolazione molto ampio di interazione con Aosta e con una parte della Valle a forte vocazione turistica. La presenza sulla linea di PRÉ ST DIDIER con le sue terme e l’opportunità di sviluppare un collegamento efficiente con Courmayeur e con la dinamica transfrontaliera ne fanno “potenzialmente” uno dei principali elementi strutturali di sviluppo economico dell’area. L’inserimento in un contesto naturalistico e paesaggistico particolarmente  bello permette di guardare alla AOSTA – PRÉ ST DIDIER anche dal punto di vista strettamente turistico immaginando linee di sviluppo e di qualificazione specifiche sull’esempio di molte tratte simili in Italia e in Europa.

read more »

28 maggio 2012

Audizione dell’Associazione presso la IV Commissione. “Salvate la AOPSD!”

Una delegazione del direttivo dell’Associazione PendolariStanchiVDA è stata udita stamattina dalla IV Commissione consiliare presieduta da Diego Empereur.

Nel corso della riunione l’Associazione ha ribadito le proprie perplessità sullo studio dell’ing. Tullio Russo e la contrarietà all’ipotesi di smantellamento della tratta ferroviaria.

L’importanza dell’intero asse ferroviario valdostano è intuitiva. -si legge nel memorandum consegnato alla commissione – “Esso rappresenta il principale canale di trasporto pubblico della nostra regione in grado di connettere l’intera cittadinanza con il resto del paese. Il trasporto ferroviario è per sua natura, infatti, l’unico mezzo di trasporto alla portata di chiunque.” “Lo studio redatto dall’ing. Russo si basa sui dati di mobilità regionale tratti dall’indagine ISTAT del 2001, e parzialmente aggiornati sulla base dei dati Trenitalia del 2007. Tuttavia, preme evidenziare due aspetti importanti: da un lato, il 2001 fu l’anno immediatamente successivo a quello dell’alluvione, che ha comportato grandissimi disagi sull’intera linea ferroviaria, comportando inevitabilmente un calo del suo utilizzo;

read more »

28 maggio 2012

Il banchetto organizzato oggi da LEGAMBIENTE al quartiere Cogne

Grazie agli amici e alle amiche di LEGAMBIENTE

20120528-150413.jpg

26 maggio 2012

In “diretta” dai banchetti. Oggi ad Aosta in via Charrey

Venite a firmare!

20120526-160251.jpg

26 maggio 2012

Attenzione! Scioperi DALLE 21 DI DOMENICA 27 MAGGIO ALLE 21 DI LUNEDI’ 28

DALLE 21 DI DOMENICA 27 MAGGIO ALLE 21 DI LUNEDI’ 28 SCIOPERO DI 24 ORE DEL PERSONALE TRENITALIA DI PIEMONTE E VALLE D’AOSTA

Vedi:

http://www.fsnews.it/cms/v/index.jsp?vgnextoid=5dcb76cf4a877310VgnVCM1000008916f90aRCRD

 

A quest’ultimo si somma, nella giornata di lunedì 28, lo sciopero che interessa il servizio urbano di Torino e della Metropolitana.

Vedi: http://www.comune.torino.it/gtt/avvisi/urbana479.shtml

24 maggio 2012

Il trasporto ferroviario in Valle: dibattito in diretta su Aostaoggi.tv

Aosta 24 Maggio 2012 ore 16.00 . Dibattito sul tema : Il trasporto ferroviario valdostano un ramo ancora verde o binario morto?
Ospiti in studio : Mauro Filingeri, Direttivo Associazione Pendolari Stanchi Vda Sindacalista Filctem- Cgil. Fabio Protasoni Direttivo Associazione Pendolari Stanchi Vda, Dirigente Acli

24 maggio 2012

Petizione: istruzioni per l’uso

La raccolta di firme è partita. Dai primi banchetti che abbiamo organizzato è evidente la grande sensibilità della gente verso il tema della ferrovia e una disponibilità sorprendente a firmare la petizione. I valdostani sembrano già molto informati e consapevoli degli argomenti in discussione e la volontà di preservare il trasporto ferroviario pubblico e la tratta ferroviaria Aosta-Prè Saint Didier  è molto alta.

Per questo la riuscita della raccolta non dipende più tanto dal messaggio ma dalla nostra capacità organizzativa di produrre le occasioni per firmare.

Di seguito ricapitoliamo le “istruzioni per l’uso” rivolte a chiunque voglia dare una mano e raccogliere le firme.

Organizzare un banchetto:

–       Per organizzare un banchetto è necessario individuare una sede adatta. Una via, una piazza di passaggio o un luogo dove presenza o affluenza della gente possa giustificare 4 o 5 ore di presenza

–       L’organizzazione del banchetto deve essere concordata con l’associazione in modo da poter fornire i materiali e comunicare alla stampa date e orari. Per accordi potete contattare: Rino Martini 338 9737341, Fabio Protasoni 3355769694, Massimo Giugler 3491880300 o Carlo Verona 3396558399. Oppure gli stessi all’indirizzo pendolaristanchivda@gmail.com

–       L’autorizzazione di “occupazione di suolo pubblico” va chiesta 10 giorni prima al comune. Per Aosta se ne può occupare direttamente l’associazione. Il costo della marca da bollo è di 14,90 EU. Se la richiesta può essere fatta tramite una Onlus si è esenti dalla tassa.

–       L’associazione può fornire i moduli, i cartelloni per addobbare il presidio e una parte dei volantini. Tavolo e sedie è più utile cercare di reperirle in loco. Anche i volantini (che non abbiamo stampato in tipografia) è utile prevederne una stampa tramite ciclostile o fotocopiatrice nella quantità utile per l’occasione.

–       Le firme vanno consegnate ai referenti dell’associazione entro il 30 Giugno.

Chiedere ospitalità per i moduli

-E’ possibile chiedere ospitalità ad associazioni, enti, sindacati, partiti, comuni e biblioteche, esercizi commerciali e quant’altro vi venga in mente per depositare i moduli in modo che siano a disposizione di chi vuol firmare. Ovviamente è necessario 4/5 giorni prima della chiusura della campagna (30 Giugno) ricordarsi di ritornare a raccoglierli per recapitarli presso l’associazione

read more »

16 maggio 2012

I PROSSIMI BANCHETTI DOVE FIRMARE

15 maggio 2012

Sciopero dei treni dalle 21 di Giovedì 17

Treni, sciopero in arrivo in Piemonte e Val d’Aosta

Il personale ferroviario in servizio sulle linee del Piemonte e Valle d’Aosta sciopererà dalle 21 di giovedì alle 21 di venerdì. La protesta è stata indetta dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Orsa, Fast e Ugl.