Archive for febbraio 3rd, 2011

3 febbraio 2011

Il 5 Febbraio in Croce di città ad Aosta… banchetto per raccogliere le firme!

Sabato 5 Febbraio, dalle 10,30 alle 18,30 saremo in piazza Des Frachises (Croce di città) con un gazebo per informare i cittadini e raccogliere le firme sulla petizione per elettrificare la linea ferroviaria PreSaint Didier-Aosta-Ivrea.

 

La questione della linea ferroviaria Aosta Torino viene da lontano. Dalla battaglia per la smilitarizzazione della linea, dalla tragedia dell’alluvione, sino alla questione della Lunetta di Chivasso, sulla quale sono state riposte energie e speranze senza esito.

Oggi i processi di sviluppo della rete ferroviaria nazionale (Alta velocità e stazioni sotterranee) hanno fatto saltare il tappo.

Il tratto Aosta Ivrea è troppo vecchio, pieno di curve e gallerie che rallentano i treni, senza linee elettriche e con un binario unico che costringe a soste tecniche per permettere ai treni di incrociarsi. In particolare la situazione è diventata insostenibile a causa del messa in opera della nuova stazione di Porta Susa che impedisce il transito dei diesel.

Risultato: ritardi, disagi, cancellazioni e un progressivo isolamento di una Regione come la Valle d’Aosta e di un territorio così importante come quello del Canavese. Inoltre, la botta del rincaro delle tariffe autostradali nei tratti gestiti da SAV e RAV sta dando il colpo di grazia con ricadute sull’economia e sulla mobilità in genere che potremo valutare compiutamente solo fra qualche tempo.

L’unica soluzione è procedere subito con l’elettrificazione della linea e con un progetto serio e realistico per raddoppiare i binari dove è possibile, eliminare curve e passaggi a livello che rallentano i treni e arrivare fino a Pre-Saint Didier.

Si può fare! Si deve fare! Senza perdere altro tempo e concentrando risorse e energie.

Per questo serve la tua firma. Per sostenere il progetto, convincere le istituzioni e sostenerle nella battaglia per una ferrovia “Normale”!

Aderiscono a questa raccolta firme: Partito Democratico, ALPE, Federazione della Sinistra, Italia dei Valori, Partito Socialista Italiano, Arci, Legambiente, Collettivo Studentesco, Filctem-CGIL


L’UNICA SOLUZIONE È AVERE UNA FERROVIA “NORMALE”!

3 febbraio 2011

Parte la raccolta di firme per elettrificare la linea ferroviaria PreSaint Didier-Aosta-Ivrea.

Il comitato Pendolari Stanchi VDA lancia una raccolta di firme su una petizione al Consiglio regionale per dare priorità alla elettrificazione della linea ferroviaria PreSaint Didier-Aosta-Ivrea.

Chiederemo, con lʼaiuto dei cittadini, di impegnare la Giunta Regionale e tutte le istituzioni ad avviare immediatamente e in via prioritaria lʼelettrificazione e lʼammodernamento (raddoppio selettivo e rettificazione della linea) della tratta ferroviaria Ivrea- Aosta- PréSaint Didier anche facendo ricorso a fondi propri. La questione della linea ferroviaria Aosta Torino viene da lontano. Dalla battaglia per la smilitarizzazione della linea, dalla tragedia dellʼalluvione, sino alla questione della Lunetta di Chivasso, sulla quale sono state riposte energie e speranze senza esito. Viene, purtroppo dalla troppa disattenzione e superficialità della politica e delle istituzioni del passato, che non hanno investito quando era il tempo. Oggi i processi di sviluppo della rete ferroviaria nazionale (Alta velocità e stazioni sotterranee) hanno fatto saltare il tappo. Il tratto Aosta Ivrea è troppo vecchio, pieno di curve e gallerie che rallentano i treni, senza linee elettriche e con un binario unico che costringe a soste tecniche per permettere ai treni di incrociarsi. In particolare la situazione è diventata insostenibile a causa del messa in opera della nuova stazione di Porta Susa che impedisce il transito dei diesel. Risultato: ritardi, disagi, cancellazioni e un progressivo isolamento di una Regione come la Valle dʼAosta e di un territorio così importante come quello del Canavese. Inoltre, la botta del rincaro delle tariffe autostradali nei tratti gestiti da SAV e RAV sta dando il colpo di grazia con ricadute sullʼeconomia e sulla mobilità in genere che potremo valutare compiutamente solo fra qualche tempo. Lʼunica soluzione è procedere subito con lʼelettrificazione della linea e con un progetto serio e realistico per raddoppiare i binari dove è possibile, eliminare curve e passaggi a livello che rallentano i treni e arrivare fino a Pre-Saint Didier.

Si può fare! Si deve fare! Senza perdere altro tempo e concentrando risorse e energie.

Sabato 5 Febbraio in piazza Des Frachises (Croce di città) dalle ore 10,30 alle ore 18,30

saremo presenti con un gazebo per informare i cittadini e raccogliere le firme.

Fino ad oggi aderiscono a questa raccolta firme: Partito Democratico, ALPE, Federazione della Sinistra, Italia dei Valori, Partito Socialista Italiano, Arci, Legambiente, Collettivo Studentesco, Filctem-CGIL


L’UNICA SOLUZIONE È AVERE UNA FERROVIA “NORMALE”!

WWW.PENDOLARISTANCHIVDA.WORDPRESS.COM

In allegato il testo della petizione

Al Presidente del Consiglio regionale Valle dʼAosta

Al Consiglieri regionali

E p.c. Alle istituzioni competenti

I sottoscritti cittadini

Premesso che:

-la tratta ferroviaria in oggetto rappresenta un collegamento strategico che interessa due capoluoghi

di Regione, lʼintera realtà socioeconomica della Valle dʼAosta e una importante parte del Canavese

ed è frequentata da un numero elevato di pendolari, rappresentando un canale fondamentale per

lʼafflusso di vacanzieri in territori a prevalente economia turistica;

-data lʼarretratezza strutturale della linea il danno economico, sociale e il livello di disagio dei

pendolari, che quotidianamente la usano per lavorare, studiare o ricongiungersi con i propri familiari,

è diventato insopportabile;

-a causa della mancata elettrificazione della parte compresa tra Ivrea – Aosta – PréSaint Didier, in

questo tratto possono viaggiare esclusivamente treni a trazione diesel;

-a causa dellʼalto tasso di inquinamento dei locomotori diesel utilizzati sulla tratta ferroviaria il

Comune di Torino, su indicazione delle autorità competenti, ha vietato, a partire dal 12 Dicembre

scorso, il transito di detti locomotori nella stazione sotterranea di Porta Susa a Torino;

Chiedono al Consiglio regionale:

-di impegnare la Giunta Regionale e tutte le istituzioni competenti ad avviare immediatamente e in via

prioritaria lʼelettrificazione e lʼammodernamento (raddoppio selettivo e rettificazione della linea) della

tratta ferroviaria Ivrea- Aosta- PréSaint Didier;

-di impegnare le risorse necessarie anche facendo ricorso a fondi propri;

-di dare garanzie e tempi certi ai cittadini valdostani e, in particolare ai pendolari, sulla qualità,

lʼaffidabilità e lʼefficienza del trasporto pubblico ferroviario in Valle dʼAosta considerando anche il

periodo di transizione che i lavori di ammodernamento richiederanno.

L’UNICA SOLUZIONE È AVERE UNA FERROVIA “NORMALE”!

WWW.PENDOLARISTANCHIVDA.WORDPRESS.COM