Archive for gennaio 20th, 2011

20 gennaio 2011

Diretta dell’Assemblea con Chat

Segnaliamo, a chi questa sera non potesse essere presente di persona, che come nell’incontro del 14 dicembre scorso sarà possibile seguire l’ASSEMBLEA in DIRETTA sul Web – a partire dalle ore 21.00 – con l’opportunità di intervenire via CHAT sul canale Livestream del PD Valle d’Aosta:

http://www.livestream.com/partitodemocraticovalledaosta

(purtroppo sulla piattaforma WordPress.com non è possibile integrare il player del canale)

20 gennaio 2011

Tre proposte per migliorare la tratta Aosta-Torino. La decisione ora nelle mani delle Regioni

Dal sito Aosta Sera

Aosta – Le soluzioni presentate da Trenitalia e Rfi, ciascuna con i propri pro e contro, sono: la rottura di carico a Ivrea, la rottura di carico a Chivasso e una soluzione mista che prevede la rottura di carico per alcuni treni ad Ivrea e per altri a Chivasso.

A differenza dei treni sono arrivate puntuali ieri le proposte di miglioramento del servizio ferroviario Aosta-Torino. Dopo 15 giorni circa Trenitalia e Rfi, come richiesto dalle Regioni Valle d’Aosta e Piemonte il 29 dicembre scorso a Ivrea, hanno messo sul tavolo tre proposte per limitare i disagi creatisi a seguito del divieto di ingresso a Porta Susa per i locomotori diesel.

Le soluzioni presentate dalle due società, ciascuna con i propri pro e contro, sono:  la rottura di carico a Ivrea, la rottura di carico a Chivasso e una soluzione mista che prevede la rottura di carico per alcuni treni ad Ivrea e per altri a Chivasso, a seconda della frequentazione dei diversi convogli.

La palla è ora nelle mani delle due Regioni che sottoporranno le proposte alle associazioni dei pendolari. Sicuramente qualcuno rimarrà, alla fine, scontento. Infatti se la Federconsumatori e il Comitato pendolari della Valle d’Aosta, contrari alla rottura di carico a priori, saranno probabilmente costretti a scegliere il male peggiore, ovvero il cambio a Chivasso, è altrettanto ovvio che quelli piemontesi, si batteranno perché il cambio avvenga a Ivrea.

I pro della rottura di carico a Chivasso per i valdostani, specie per quelli diretti a Milano, sono di dover cambiare una sola volta. I contro sono quelli di andare incontro a treni affollati e quindi di dover viaggiare in piedi. I pro della rottura di carico a Ivrea per contro stanno nell’aver assicurato un posto a sedere. I contro che potrebbe aumentare il tempo di percorrenza della tratta e per i valdostani diretti a Milano, dover subire ben due cambi nel giro di un’ora.

Le prossime settimane saranno quindi dedicate all’analisi. Trenitalia e Rfi contano di mettere in atto la soluzione che verrà scelta dalle due Regioni già con i primi di marzo. “Alcune delle proposte fatte – spiegano da Rfi – sono di immediata attuabilità altre invece richiederanno più tempo. Ad esempio la rottura di carico a Ivrea avrà bisogno di alcuni lavori infrastrutturali. Infatti, non tutti i treni possono arrivare sullo stesso marciapiede e quindi se questa fosse la soluzione scelta andrà a regime solo con maggio e giugno. In ogni caso sarà necessaria una revisione completa degli orari da attuarsi con l’introduzione dell’orario estivo, a giugno”.