Archive for dicembre 21st, 2010

21 dicembre 2010

Concorso: Il miglior biglietto di Auguri all’Assessore dei pendolari stanchi

E’ Natale. Arriva l’anno nuovo e tutti siamo più buoni e facciamo propositi per l’avvenire. Che auguri fanno i Pendolari Stanchi? Provate anche voi a cimentarvi. Costruire il vostro biglietto d’auguri all’Assessore Marguerettaz e mandatecelo… dopo che lo avrete fatto avere anche a lui ovviamente.

Facciamo sentire alle istituzioni che li pensiamo e che, da bravi Pendolari Stanchi, sono sempre nel nostro cuore.

Spedite i vostri lavori a:

“a.marguerettaz@regione.vda.it”

e a noi..

pendolaristanchivda@libero.it

Intanto che ne pensate di queste?

Scaricatele pure e mandatele voi….



21 dicembre 2010

Appunti sulla riunione di Martedì 20 Dicembre

Dall’Assemblea con i Pendolari e gli utenti della tratta ferroviaria Aosta Torino è emerso:

Il divieto di transito dei treni diesel nella stazione sotterranea di Porta Susa sta aggravando radicalmente i disagi quotidiani dei passeggeri aumentando i ritardi e il tempo complessivo di percorrenza.

Il degrado crescente del materiale viaggiante che rende spesso invivibile il viaggio, le difficoltà organizzative di Trenitalia e la novità del nuovo assetto a Porta Susa si sono sommate ai già annosi problemi di un collegamento ferroviario fondamentale per i territori valdostani e canevesani e per le migliaia di persone che mensilmente utilizzano il treno per recarsi al posto di lavoro o di studio.

In questi anni non ha fatto passi avanti sostanziali il progetto dell’elettrificazione della tratta tra Chivasso e Aosta né quello di raddoppio selettivo né la riduzione nel tratto piemontese dei passaggi a livello che permetterebbero l’ammodernamento definitivo del servizio e un abbassamento importante dei tempi di percorrenza.  Le istituzioni Regione Valle d’Aosta ed Regione Piemonte giocano a rimpiattino con Trenitalia e Rfi  con lo scopo di scaricare responsabilità limitandosi a lettere di protesta o ha fantomatiche “ispezioni” di cui non si conosce né esito né scopo. Le aziende, dal canto loro, hanno tergiversato e preso tempo, rimpallandosi le loro diverse competenze, con lo scopo, probabilmente, di giustificare il crescente disinvestimento sulla tratta che vedrà, per l’Italia intera, soppressioni, dismissioni e aggravi delle tariffe.

Questa situazione non è più tollerabile.

Si chiede con forza che venga affrontata immediatamente l’emergenza dei pendolari e degli utenti della linea ferroviaria Aosta Torino e di agire per ripristinare una “decenza” quotidiana del viaggio adeguando le risorse umane e materiali necessarie e di agire per stabilizzare i tempi di percorrenza, anche attraverso la sottoscrizione di un contratto di servizio con Trenitalia che preveda sanzioni al gestore e rimorsi per gli utenti nei casi di ritardi non fisiologici o gravi disservizi. Affidabilità e qualità del viaggiare sono elementi necessari per fare della mobilità ferroviaria una opzione fruibile da parte dei cittadini.

read more »

21 dicembre 2010

Pendolari stanchi, arrabbiati e on-line

L’anno che stiamo lasciando alle spalle è stato uno dei peggiori per il trasporto ferroviario valdostano. L’esperienza del pendolare e dell’utente medio della tratta Aosta – Torino non è mai stata così degradante con ritardi sempre più ricorrenti, i vagoni in condizioni pessime, le carrozze fredde d’inverno e roventi d’estate. Cresce la stanchezza e l’arrabbiatura per una situazione che sembra non trovare strade di soluzione. Questo sito nasce sulla scia di una Assemblea dei pendolari, organizzata dal Partito Demcoratico, e dalla voglia di molti, emersa in quella sede, di fare qualcosa, di rimanere in collegamento continuando a sollecitare le forze sociali, quelle politiche, le istituzioni e  tutti i cittadini a non disinteressarsi della questione. Una tratta ferroviaria efficiente, veloce e moderna non una questione di pochi. E’ un modo costruire il futuro sviluppo della Valle d’Aosta.